OPERAZIONE FINANZIARIA CONCLUSA IN SETTIMANA IN COLLABORAZIONE CON IL NOSTRO STUDIO

Chiusa importante operazione finanziaria con cliente dello studio....

 

TANTISSIMI AUGURI DI BUON ANNO!!!!!!!!!!!!!!

 

Finalmente oltre a condividere momenti di stress ci siamo trovati per una piacevole serata. Nella foto siamo praticamente tutti. Non si vede Erica che ha scattato la foto ed Enrico che sta parlando con il ristoratore. Bella serata. Grazie a tutti

In modo molto sintetico presentiamo un prospetto schematico del trattamento fiscale per le erogazioni a favore delle associazioni o società sportive dilettantistiche. Obbligatoriamente iscritta al CONI od al registro delle Onlus.

Soggetto erogante persona fisica.
Detrazione di imposta del 19%. Il limite massimo è previsto in 1.500 euro annui. L’importo massimo recuperabile sarà quindi pari a 285 euro. Il pagamento deve avvenire con mezzi tracciabili.
Se le associazioni sportive sono qualificate come Onlus la detrazione sale al 26% per un importo annuo massimo pari ad euro 30.000. Vi è comunque un limite massimo che è pari al 10% del reddito complessivo.
Soggetto erogante titolare di reddito di impresa, società o ente non commerciale
Detrazione di imposta del 19%. Il limite massimo è previsto in 1.500 euro annui. Il pagamento deve avvenire con mezzi tracciabili
Se le associazioni sportive sono qualificate come Onlus la detrazione sale al 10% del reddito di impresa per un importo annuo massimo pari ad euro 70.000.

La prossima entrata in funzione del registro del Terzo Settore modificherà drasticamente quanto sopra. Al momento è previsto che le persone fisiche potranno detrarre una somma pari al 30% delle erogazioni liberali effettuate con un massimo di 30.000 euro e comunque la liberalità non sarà riconosciuta sulle somme eccedenti il 10% del reddito complessivo.

Lo studio resta a disposizione per ogni approfondimento riteneste necessario.